Bambino nel seggiolino auto
Bambini

Come scegliere il seggiolino auto

Non sono pochi i genitori che, single o in coppia, decidono di occuparsi da soli del loro bebè senza quindi richiedere mai l’aiuto di nonni e baby sitter.

Questo però significa anche avere la possibilità di portare con sé il proprio cucciolo in qualunque momento della giornata non privandolo mai però di alcuna comodità né tanto meno della sicurezza.

Ciò è vero soprattutto se si è costretti a percorrere in macchina lunghi tragitti o se ci si sposta con una certa frequenza. Insomma: avete già pensato al seggiolino per auto?

La sicurezza in macchina

Un bambino, soprattutto se ancora molto piccolo, non potrebbe mai uscire indenne da una normale tratta in auto se non avesse a disposizione un seggiolino. Tenere i piccolini in braccio infatti o trasportarli non utilizzando tale accorgimento, potrebbe causare loro delle ferite o addirittura ucciderli.

Tra l’altro, ce ne parla il sito protezionebambini.com, oltre alle normative ECE R44 ed R129, dobbiamo rispettare anche l’articolo 172 del codice della strada.

Insomma scegliere un seggiolino per auto è una tappa obbligata per qualsiasi genitore.

Scegliere un seggiolino: caratteristiche ideali

Oltre alle caratteristiche intrinseche dell’oggetto, sarebbe buona norma basarsi per la scelta anche su criteri quali il gruppo di omologazione del seggiolino. Ecco come funziona.

Gruppo di omologazione

Il gruppo di omologazione altro non è che una suddivisione per categorie dei seggiolini per auto, distinzione effettuata in ragione del peso o dell’altezza del piccolino.

La legge, almeno in Europa, stabilisce che il prodotto in questione possa, secondo questi criteri, appartenere ai gruppi 0/0+ (articoli pensati per i bimbi che abbiano da 0 a 15 mesi di vita circa ed il cui peso oscilli da pochi chili a non più di 13 chili. Rientrano nella categoria sia gli ovetti che le navicelle da montare sempre in senso opposto a quello di marcia), 1 (il peso va stavolta dai 9 ai 18 chili e si adattano mediamente ai bimbi di età compresa tra i 9 mesi ed i 4 anni. Essi, montati sempre nel senso di marcia, vengono ancorati dalle cinture di sicurezza o dagli ISOFIX).

Per i più grandi invece ci si orienterà sui gruppi 2 (peso compreso tra i 15 ed i 25 chili, i seggiolini sono fissati ancora con cinture di sicurezza ed ISOFIX, ma il bambino utilizza per sé stesso anche le cinture dell’auto), 3 (praticamente uguale al gruppo 2, ma il range di peso si sposta dai 22 ai 32 chili).

Infine c’è anche il gruppo I-size (in questo caso il parametro discriminante è l’altezza del b ambino che è compresa tra i 40cm ed i 105cm).

Alcune dritte

Non vi allarmate: nonostante abbiate appena appreso dell’esistenza di diversi gruppi di seggiolini, non sarete costretti a cambiarli in continuazione man mano che il bimbo cresce.

I prodotti di moderna concezione infatti sono studiati per adattarsi a varie tappe dello sviluppo e quindi classificabili come appartenenti a diversi gruppi. Così per un neonato potrete sfruttare l’ovetto che avete già a casa, un seggiolino gruppo 0 o un I-size, ecc.

Altra dritta: i seggiolini sono pensati per garantire ai piccoli la massima sicurezza possibile, ma non sono miracolosi. Usateli intelligentemente e privilegiate sempre quelli dotati di sistema ISOFIX.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi