Plumcake con candeline
Bambini

Come organizzare una festa di compleanno per bambini

Organizzare il compleanno del bambino: chi si trova per la prima volta coinvolto in questa impresa spesso entra in confusione. Del resto, l’idea di avere per casa una banda di scalmanati da intrattenere (e da sorvegliare) può mettere un po’ d’ansia. Ma a ben vedere non c’è motivo di preoccuparsi troppo: basta organizzarsi bene e tutto filerà liscio. Proprio questo è il passaggio che vi manca? Niente paura, siamo qui per questo!

Compleanno in casa: come organizzarsi?

La scelta di una location casalinga comporta un filino di impegno in più rispetto ad un party organizzato in ludoteca o in qualsiasi altro locale adatto ai bambini. C’è da dire però che risulta anche molto più economica e che quindi il gioco può valere la candela, anzi, la candelina.

Iniziamo dallo sfatare un mito: non per forza una festa di compleanno per bambini necessita di una casa grande. I piccoli sanno divertirsi con poco e spesso per farli giocare insieme basta sfruttare un unico ambiente domestico. Il party potrebbe svolgersi nelle ore pomeridiane o prolungarsi alla serata, magari organizzando anche un pigiama party.

Ma perché tutto ciò accada sarà bene fornire le giuste indicazioni ai genitori degli altri bambini. Date il vostro indirizzo preciso, specificate a quale citofono suonare, l’orario di inizio e fine della festa e così via. Importante, oltre che corretto, sarebbe che i genitori vi dessero conferma o smentita circa la presenza del loro bambino alla vostra festa di compleanno.

Sul biglietto d’invito infine mettete uno o più recapiti a cui sarà possibile rintracciarvi e, magari con qualche formula carina, chiarite sin da subito se non siete disposti ad accogliere in casa anche i genitori dei piccolini.

Giochi, merenda e tante risate

Adesso chiaritevi voi le idee: gestirete da soli i bambini (onore al merito!) o ingaggerete un animatore? La seconda, avendone la possibilità, sarebbe la scelta più indicata.

In ogni caso organizzate il pomeriggio secondo precise fasce orarie. Supponendo che il party inizi alle 16, aspettate una mezzoretta i soliti ritardatari: i più puntuali intanto avranno trovato modo di intrattenersi da soli.

Dalle 16.30 in poi, per un’ora circa, procedete con i giochi organizzati, quindi servite la merenda e la torta. A quel punto, se siete riusciti a tenere a freno la curiosità del piccolo festeggiato, concedetegli finalmente di scartare i suoi regali. Successivamente date via libera ai balli, ai canti ed alle attività creative sino a quando i piccoli non saranno andati via.

L’orario ideale per porre fine alla festa va dalle 18.00 alle 19.00. Questo perché dovete tenere conto dei soliti ritardatari che, per un motivo o per un altro, verranno a prendere il figlio anche dopo il limite posto da voi. Inoltre dovrete lasciarvi un certo margine di tempo per sistemare, anche se alla buona, tutto quello che c’è in giro. Finito il party, sembrerà quasi che per casa sia passato un tifone!

Come giocare?

Ma come si potrebbe giocare in casa? Se vi rivolgerete ad un animatore non avrete motivo di porvi il problema: penserà a tutto lui. Diversamente, tenendo sempre ben presente l’età dei vostri ospiti ed i gusti di vostro figlio, premuratevi di organizzare qualche piccola attività ludica.

Potreste andare sul classico: dal gioco della sedia alla caccia al tesoro, dallo stop dancing all’attacca la coda, oppure ancora propendere per tutt’altro tipo di attività. Avendo a disposizione un giardino o un cortile, ad esempio, si potrebbe pensare ad un rubabandiera, ad una palla avvelenata, ad un piccolo torneo sportivo e così via.

Interessanti sono anche i giochi a squadra: se possibile perché non organizzarne uno? In presenza di vicini di casa molto pazienti che ben venga poi il karaoke: il pomeriggio passerà in allegria (e soprattutto velocemente e senza troppi danni alle suppellettili…).

Importantissimo: quali che siano le attività organizzate preparate un piano B. Il maltempo se ospiterete i piccoli in cortile, i gusti degli invitati, i capricci, varie ed eventuali sono sempre dietro l’angolo!

Le magliette personalizzate

Volete un’idea che possa trasformare un semplice compleanno in un party con una marcia in più? Bene, eccola: se avete pensato a dei giochi a squadre, provvedete a fornire ai piccoli delle magliette personalizzate da bambino. Potrete crearle a questa pagina sul sito https://t-shirtpersonalizzate.it seguendo la semplice procedura. Scegliete due diversi colori e dei loghi spiritosi oppure ancora che capaci di attrarre i bambini e preparate una sorta di starter kit da fornire loro una volta arrivati a casa.

L’idea può funzionare anche nel caso in cui organizziate una caccia al tesoro. Essa può essere concepita come gioco di squadra, oppure potrebbe essere data in premio ai vincitori (in questo caso provvedete anche ad un premio di consolazione per tutti gli altri).

La maglietta personalizzata può essere utile anche nel caso in cui decidiate di portare fuori i bimbi. Come tenerli tutti sempre sott’occhio se non così? Questo simpatico gadget può essere indirizzato infine anche solo al festeggiato. In ogni caso orientatevi sempre su qualcosa che metta allegria, che diverta grandi e piccini e che sia anche di buon gusto.

Commenti disabilitati su Come organizzare una festa di compleanno per bambini

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi