Bambina a scuola
Bambini

Grembiuli scuola elementare e materna: storia, normativa e guida alla scelta

E’ inutile: vedere un grembiule scolastico ci fa tornare indietro con la mente ed in men che non si dica ci rivediamo bimbi alle presenze con fiocchi, canzoncine e merende sbriciolate nello zainetto.

Eppure il grembiule è anche un oggetto in qualche modo storico: quanto ne sai su questo indumento? Ecco qualche curiosità e delle dritte per l’acquisto.

I grembiuli in Italia

I grembiuli, soprattutto all’asilo, sono stati introdotti per due diversi motivi: proteggere i vestiti da macchie, strappi e danni vari e fare in modo che i piccoli siano vestiti tutti alla stessa maniera divenendo quindi facilmente identificabili durante delle eventuali gite oppure ancora evitando che siano discriminati per il tipo di abbigliamento indossato.

Molto diffusi negli asili, moda che negli anni non ha accennato a scomparire, qualche tempo addietro non era raro trovarli anche nelle scuole, persino negli istituti superiori.

Non a caso nel 2008 Mariastella Gelmini, allora ministro dell’istruzione, aveva provato a reintrodurli obbligatoriamente in tutti gli ambienti didattici, tentativo miseramente fallito in quanto gli istituti, liberi di autoregolamentarsi in materia di divise, grembiuli et similia, lottarono per mantenere la loro autonomia.

Perché all’asilo sono obbligatori?

Innanzitutto per le motivazioni che abbiamo già accennato in precedenza: non ci si sporca, non si possono discriminare gli altri per il loro abbigliamento e si è facilmente identificabili.

Grazie a questo comodo indumento poi, se adeguatamente stimolati dalle maestre, i piccoli in età prescolare imparano ad accogliere il concetto di uguaglianza e di comunità. Essi si sentono infatti equiparati a tutti gli altri bimbi della classe e della scuola rendendosi conto alla lunga che pur nella loro particolarità (non è raro che questi oggetti siano personalizzati con loghi o nomi) tutti sono sostanzialmente uguali, sottoposti alle stesse regole e come tali parte attiva di una piccola collettività.

E per i più cresciutelli? Isacco ha creato una serie di grembiuli per la scuola elementare in tre differenti colori, come puoi vedere sul sito diviseprofessionali.net/it.

I grembiuli: indumenti irrinunciabili

Dei vantaggi, per sommi capi, ne abbiamo già parlato. Abbiamo infatti accennato che esso serve a preservare gli indumenti e a stimolare il senso di appartenenza alla comunità o a scoraggiare eventuali discriminazioni tra i bimbi. Ma non finisce qui.

Esso è il simbolo tangibile di un’aderenza alle leggi del vivere civile che regolano le comunità.

Inoltre aumenta l’efficacia delle barriere difensive dell’organismo contro agenti patogeni di vario genere arginando i contagi tanto frequenti negli asili.

Insomma, i vantaggi sono tanti che pediatri e psicologi si stanno attivando per ottenere dal governo una legge che obblighi i piccoli alunni di materne ed elementari ad indossare sempre i grembiulini.

Scegliere il grembiule

Se devi scegliere il grembiule per il tuo bambino (anche se la scuola è già iniziata da un po’ Isacco è operativo tutto l’anno), tieni sempre in considerazione la taglia (meglio comoda piuttosto che attillata), il colore (informati a scuola se l’istituto ne impone uno in particolare), il tessuto (resistente e facilmente lavabile) ed il modello (scegli tra Pollicino e Pinocchio).

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi