Biberon
Bambini

Sterilizzatore per biberon: istruzioni per l’uso

Nel mondo dei neonati una parola dalla quale non si può prescindere è sterilizzare. Si tratta di un’operazione fondamentale e obbligatoria per preservare il piccolo dall’attacco di germi e batteri che possono insidiare la sua crescita. I neo genitori spesso si trovano in difficoltà perché non sanno esattamente cosa fare e come fare per dare al proprio bambino il meglio, dalle pappine alla pulizia fino a tutti gli altri aspetti pratici della vita con un bebè.

Un oggetto che non deve mancare è un buon sterilizzatore per biberon, che può essere a vapore, a microonde o addirittura a freddo: quest’ultimo in realtà viene usato soprattutto per la sterilizzazione dei giocattoli. Lo sterilizzatore a vapore consiste in un apparecchio elettrico dotato di contenitore in grado di ospitare uno o più biberon e una certa quantità di acqua che, riscaldata oltre i cento gradi, si trasforma in vapore in grado di sterilizzare gli oggetti contenuti al suo interno.

Per l’intera operazione occorrono di solito dai 5 ai 15 minuti. Quello per microonde è dotato di un contenitore speciale, in grado di essere ospitato dentro un microonde. All’interno potrete inserire il biberon o altri oggetti e quindi ottenere la sterilizzazione tramite il forno a microonde. I tempi variano a seconda della potenza sulla quale viene regolato il microonde, ma sono in media inferiori rispetto al modello a vapore. La linea di sterilizzatori Chicco ad esempio permette di scegliere tra diversi modelli e configurazioni per poter sterilizzare in modo efficace, pratico e veloce.

21,10€
25,00
47 nuovo da 14,20€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 17/10/2018 00:08

Come pulire sterilizzatore Chicco

Tanti i dubbi nell’affrontare la pulizia dello sterilizzatore ma in realtà si tratta di un’operazione abbastanza semplice che diventerà abituale e veloce dopo averla ripetuta alcune volte.

Prima di effettuare la sterilizzazione il biberon va pulito a fondo con lo scovolino e mentre si lava il biberon bisogna controllare che lo scovolino non sia troppo consumato e usurato, in tal caso va cambiato. Il biberon prima di essere sterilizzato va lavato bene, anche con acqua e sapone se ci sono macchie che non se ne vanno.

Dopo la sterilizzazione, se usate uno sterilizzatore a vapore o a microonde, è possibile che si formi dell’acqua sul fondo del biberon. Potete vuotarla via ma anche lasciarla perché si tratta di acqua completamente pulita e sterile. Molti si chiedono se il biberon debba essere asciugato dopo la sterilizzazione. In realtà usando un panno o uno strofinaccio all’interno si rischia di vanificare tutto il lavoro precedente perché si potrebbero introdurre all’interno involontariamente batteri.

Se utilizzate uno sterilizzatore a vapore il biberon non va mai riposto in modo orizzontale perché così facendo si impedisce al vapore di entrare all’interno.

Dopo aver eseguito questi semplici passaggi il biberon è pronto per essere rimontato ma attenzione ad un particolare importante: per evitare di favorire l’ingresso di agenti batterici è necessario lavarsi con cura le mani prima di toccare ogni componente. In questo modo siete certi di aver ottenuto un’igienizzazione accurata e completa del vostro biberon.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi